Articolo 18: dichiarazione di Michele De Lucia e di Marco Pannella

manifestazione-cgil
feb
03

ARTICOLO 18, DE LUCIA E PANNELLA: IL GOVERNO TOLGA OGNI ALIBI AI SINDACATI E ALLA CONFINDUSTRIA E FACCIA PROPRIA LA PROPOSTA DI LEGGE RADICALE PER UNA MORATORIA DELL’ARTICOLO 18 PER I NUOVI ASSUNTI NELLE IMPRESE FINO A TRENTA DIPENDENTI

PROPONIAMO MISURE PER CONSENTIRE ALLE IMPRESE DI AUMENTARE LE ASSUNZIONI, NON I LICENZIAMENTI

Dichiarazione di Michele De Lucia, tesoriere di Radicali italiani, e di Marco Pannella

Sull’articolo 18 continua a riproporsi il solito muro-contro-muro ideologico a colpi di veti incrociati, che rischia di tradursi solo in maggiori e forse disastrose tensioni, o nel solito nulla di fatto. Entrambe le cose lascerebbero irrisolto uno dei problemi principali che riguardano il lavoro in Italia.

Proponiamo al governo, con urgenza, di fermarsi e di cambiare, pragmaticamente, metodo: tolga ogni alibi ai sindacati e alla Confindustria, e faccia propria la proposta di legge presentata già lo scorso anno dai deputati Radicali (primo firmatario Marco Beltrandi), che prevede una moratoria triennale dell’articolo 18 per i nuovi assunti nelle imprese fino a 30 dipendenti, con monitoraggio costante e relazione annuale al Parlamento sull’attuazione del provvedimento.

A nostro avviso, in questo modo si ridurrebbe il lavoro nero e i titolari delle imprese oggi fino a 15 dipendenti sarebbero incoraggiati ad assumere nuove persone, senza il timore di contrarre un matrimonio indissolubile, e le piccole imprese italiane avrebbero maggiori possibilità di crescita.

Quella che proponiamo, laicamente, è una misura per consentire alle imprese di aumentare le assunzioni, non i licenziamenti: si metta alla prova la nostra proposta e si verifichi nei fatti se, come pensiamo, questa riforma consentirà di creare nuovi, preziosissimi posti di lavoro.

Roma, 3 febbraio 2011

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Tags:           

Lascia un Commento