Dall’ultimo numero de L’Espresso, pag. 13. Tutta la storia è raccontata nel quinto capitolo di “Dossier Bossi – Lega Nord”

UMBERTO È GIÙ DI MORALE…

Questione morale in casa Bossi. Dopo il buco della CrediEuronord, arrivano le condanne per le irregolarità legate al progetto di un villaggio turistico da parte di esponenti leghisti in Istria. Il presidente del consiglio regionale veneto Enrico Cavaliere è stato condannato a due anni a Padova per bancarotta fraudolenta per il crack della Ceit, società che doveva costruire 2 mila appartamenti e 200 posti barca (mai realizzati) sul golfo di Pirano. Oltre a Cavaliere, azionisti della società fallita nel 2004 risultano l’ex tesoriere Maurizio Balocchi, il parlamentare Stefano Stefani, Manuela Marrone, la moglie del Senatur. Quando l’istituto bancario che sosteneva l’operazione, l’Alpe Adria Hypo Bank, chiese alla società di rientrare dai prestiti erogati, una quindicina di soci, di fede leghista, denunciarono per truffa i componenti del cda. Molti hanno preferito uscirne alla svelta, patteggiando la pena. P. T.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Tags:          

Lascia un Commento