Sabato 16 giugno a Verona presentazione di Dossier Bossi-Lega nord, con Michele De Lucia

Verona, sabato 16 giugno 2012, ore 15

Caffé Liston, piazza Bra n. 12

Presentazione del libro di Michele De Lucia

“Dossier Bossi-Lega nord”

Intervengono:

Franco Bonfante, Vice Presidente del Consiglio Regionale Veneto, PD;

Michele De Lucia, tesoriere di Radicali italiani, autore del volume;

Leonardo J. Scandola, Segretario dell’associazione “Radicali Verona – Aldo Bianzino” e membro del Comitato nazionale di Radicali italiani

Modera:

Serena Tosi Santoro, direttrice editoriale del giornale “Il Referendum”.

Info: www.radicaliverona.org

P.s. È più che mai in corso la sottoscrizione straordinaria per Radicali italiani. Partecipa visitando il sito ufficiale del Movimento alla pagina http://www.radicali.it/autofinanziamento-straordinario-2012. Grazie!

* * *

Il libro.

Attraverso documenti, testimonianze e cronache giornalistiche, il libro ricostruisce 25 anni di Lega nord: dall’antimeridionalismo delle origini, alla xenofobia del Duemila; dall’antipartitismo della prima ora, al Carroccio cardine della partitocrazia post-Tangentopoli; dalle invettive contro “Roma ladrona”, all’incasso di ingenti finanziamenti statali; dai proclami secessionisti, all’esercizio del potere politico-affaristico nei governi berlusconiani. E dimostra come il vessillo leghista del “federalismo” nasconda l’obiettivo di gestire le risorse pubbliche nelle regioni più ricche del Paese. Il libro documenta inoltre i tratti biografici e l’essenza politica del fondatore-padrone della Lega nord, Umberto Bossi; incultura e pressappochismo, giustizialismo forcaiolo e razzismo xenofobo, qualunquismo antipolitico e campanilismo da strapaese, omofobia e maschilismo, in un mix di ignoranza plebea e grettezza piccolo borghese.

Indice. 1. Il capo leghista: mantegnù in Padania, senatùr a Roma; 2. Il Carroccio nel Parlamento di “Roma ladrona”; 3. Padania, fucili e secessione: tanto rumore per nulla; 4. Il ritorno, con accordo segreto, alla corte di Arcore; 5. La Lega politico affaristica del Duemila.

L’autore.

Michele De Lucia (Roma, 1972), laureato in legge, è Tesoriere di Radicali italiani. Co-fondatore dell’associazione Anticlericale.net, ha pubblicato: Fiat quanto ci costi? (Stampa alternativa, 2002), Siamo alla frutta. Ritratto di Marcello Pera (Kaos edizioni, 2005), Il Baratto (Kaos edizioni, 2008), Se questo è un giornalista. Ritratto di Augusto Minzolini (Kaos edizioni, 2011).

“L’enciclopedia della Lega”: la recensione di Filippo Ceccarelli su repubblica.it

Si capisce benissimo – e specialmente oggi – che per liberarsi di Berlusconi tutto fa brodo. Ma pur con la massima comprensione possibile si fatica troppo ad accogliere il machiavellismo ottimistico del leader democratico Bersani rispetto a Bossi; e ancora di più l’improvvisata valutazione, e avventatella, secondo cui la Lega “non è razzista”.

Perché in realtà la Lega non è solo razzista. La Lega, infatti, è tutto e il contrario di tutto; e nella sua ormai più che venticinquennale storia la Lega è stata, si è presentata, ha detto, ha fatto e prevedibilmente si prepara a essere e a fare qualunque cosa l’onorevole Bersani, come del resto i suoi brillanti predecessori, non si immagina neppure.

Neanche a farlo apposta, nei giorni dell’inusitata apertura arriva in libreria un volumone di quasi 500 pagine che con scrupolosa dedizione, e assemblando con intelligenza una mole di materiali la maggior parte dei quali di produzione interna, comunque dimostra che la Lega, nata anti-partitocratica, è diventata una macchina di potere anche più vorace di quello che combatteva in origine. E poi federalista, secessionista, forcaiola, garantista, maggioritaria, proporzionale, “porcatista”, popolare e amica delle banche, cattolica e pagana, antiberlusconiana e puntello del berlusconismo.

Questa vera e propria enciclopedia, utile anche solo da sfogliare, si apre con le seguenti parole: “La storia della Lega è una rassegna di parole d’ordine capovolte nello spazio di un mattino, di intenti che vanno e vengono, di annunci e smentite. Ed è la storia dell’inganno che il gruppo dirigente leghista e il suo capo carismativo, Umberto Bossi, hanno consumato ai danni di tanti elettori e militanti del Carroccio”.

In queste pagine, gli strateghi del Pd sono ancora in tempo per trovare e magari una volta tanto anche leggere testimonianze di parenti e fuoriusciti, testi di giuramenti, interviste, invettive, prestiti, intrighi spionistici, bancarotte fraudolente, interventi parlamentari, ordinanze della magistratura, dall’inizio fino agli esami di maturità del Trota.

L’enciclopedista è Michele De Lucia, che è anche un dirigente radicale. Il titolo è “Dossier Bossi-Lega nord”, Kaos edizioni, 20 euro.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Tags:          

Lascia un Commento